40

Penso positivo o penso negativo?

Home

Il magazine

Pubblicazioni extra

Autori copertine

Sondaggi

Chi siamo
SCLS - Passione Zagor
32

Penso positivo o penso negativo?

Pro e contro sull’albetto Zagor-Jovanotti

Con lo Zagor Zenith 683 di marzo sarà distribuito gratuitamente – come tutti gli zagoriani sanno – un albetto intitolato Il richiamo della foresta in cui lo Spirito con la Scure farà un incontro decisamente imprevedibile, cioè Lorenzo Jovanotti. Il cantante, ormai notoriamente grande appassionato dello Spirito con la Scure, sembra aver aderito, anzi probabilmente aver proposto in prima persona, questo strano connubio nel quale, sia pure in sogno, avviene il suo incontro con il Re di Darkwood. Di certo la cosa non può non fare scalpore, e già si sono mossi i primi commenti, favorevoli o contrari, all’operazione. Si dice che un testimonial del livello di Jovanotti non può che attirare l’attenzione sul personaggio e i suoi albi; che probabilmente ciò potrebbe attirare sul personaggio di Zagor anche l’attenzione degli appassionati del cantante, o comunque di gente meno adusa alla lettura dei fumetti; che una iniziativa di marketing di questo tipo, che avvicina al fumetto in declino un “eroe dei nostri giorni”, non può che portare vantaggi al fumetto nel suo insieme.
D’altra parte l’opinione di altri – non necessariamente detrattori, integralisti o cariatidi del personaggio – è che l’operazione sembra un po’ fine a se stessa. Molto probabilmente avvicinerà qualche fan di Jovanotti all’albo in questione, ma non certo ai successivi, per cui ci sarà sulle bancarelle dei fumetti usati qualche centinaio di Zenith 683 in più rispetto agli altri albi; inoltre, alimenterà il mercato morboso del collezionismo, per cui quello che oggi è un albetto distribuito gratuitamente verrà messo in vendita su ebay a 10, 15 o 20 € per i fan di Jovanotti (non certo per quelli di Zagor), i quali appunto, espletato eventualmente questo passaggio, non ricorderanno il nome e le caratteristiche dello Spirito con la Scure.
In un contesto in cui la Sergio Bonelli Editore difende a spada tratta l’immagine dei suoi personaggi, che non devono essere contaminati da cose estranee alle loro caratteristiche, una “marchetta” come questa diventa di difficile collocazione. Peraltro, allorquando la SBE si schiera in modo prepotente contro la speculazione commerciale che viene fatta su alcune produzioni legate ai propri personaggi, appare difficile comprendere il senso dell’operazione.
Noi pensiamo che l’iniziativa vada presa anche come un esperimento (qualcuno l’ha paragonata a quelle già spesso apparse su Topolino per esempio con Totti o in questi giorni con Claudio Baglioni, o anche a quella che la stessa Bonelli realizzò, sempre con il cantautore romano, parecchi anni fa: La via dei colori con i disegni di Claudio Villa) e speriamo di avere qualche riscontro positivo alla luce di quelli che saranno i risultati delle vendite sia dell’albo in sé, ma soprattutto dei numeri successivi. Pensiamo “positivo” direbbe Lorenzo Cherubini.
Si dice anche che essendo gratis l’albo non può spingere a considerazioni negative; beh sì, questo è un po’ vero ma non proprio in assoluto, dipende anche dai contenuti. Se la casa editrice ci omaggiasse di un prodotto con contenuti palesemente non in linea con il personaggio, ciò non sarebbe sostenibile; mettiamo che per assurdo ci si proponesse un albo con contenuti scabrosi, certo non sarebbe ammissibile questo assunto del gratis è bello. Cioè, per intenderci, se Rocco Siffredi fosse un fan di Zagor e se ne facesse un bell’albetto con contenuti “succulenti” per smuovere il mercato, non credo che potremmo dire che tutto va bene perché tanto è un omaggio. Prendetelo per un ragionamento capzioso e cavilloso, perché naturalmente non sarà così e la storia non potrà che essere godibile e divertente, ma in assoluto il ragionamento non regge. Quindi le critiche mosse al fatto che Jovanotti non sia un personaggio pubblico accostabile allo Spirito con la Scure sono ammissibili, anche se da parte nostra crediamo che non ci sia niente di male. Tutto sommato il cantante e rapper, nella sua produzione, ha sempre promosso messaggi assolutamente positivi e in accordo con molte delle tematiche proprie del personaggio.
Con questi argomenti l’operazione, comunque di chiaro marketing, ci sta. Sembra anche che l’obbiettivo sia stato centrato dato che in rete si sta già registrando un certo fermento sull’operazione, vista soprattutto la pubblicazione della notizia anche su siti non specializzati in fumetti. Un’ultima considerazione la si potrebbe fare anche, in generale, sul fermento che sta caratterizzando le proposte innovative che la SBE sta tirando fuori sul personaggio (come anche su altri). È proprio indispensabile continuare a tirar fuori tante cose e tutte insieme? Non si rischia di spiazzare i lettori, magari proprio quelli un po’ incerti che si dovrebbe cercare di avvicinare? E non ci si brucia troppe carte tutte insieme, dando peraltro un segnale di debolezza più che di ricchezza?
Sarebbe anche bello poter vedere un’operazione simile, ma al contrario e cioè l’albetto omaggiato con il disco di Jovanotti o regalato ai concerti: quello sì allargherebbe la base dei lettori almeno per una volta, visto che Zagor andrebbe a essere proposto a un pubblico nuovo. Si farà? Speriamo.
Naturalmente il povero Moreno Burattini, ancor prima che qualcuno lo prenda di petto, si è già speso in spiegazioni e difese d’ufficio, chiudendo il suo post sul blog “Freddo cane in questa palude” con un salomonico: “Non vedo come si possa non essere più che ben disposti dall’iniziativa” .
Pro e contro dovranno attendere i verdetti successivi, ma intanto si discute…


postato il 15/2/2018 alle ore 17:08

Share
Commenti
Non sei autenticato. Se vuoi fare un commento devi fare il Login



 

Ci sono 1 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo 1262 letture