40

I 70 anni di Tex? Giochiamoceli a figurine!

Home

Il magazine

Pubblicazioni extra

Autori copertine

Sondaggi

Chi siamo
SCLS - Passione Zagor
45

I 70 anni di Tex? Giochiamoceli a figurine!

L’ultima proposta della SBE per il compleanno di Tex Willer

Tex, il granitico ranger della Bonelli, ha appena compiuto 70 anni. In effetti occorre dire che, per come mena, corre e spara, non lo si direbbe, ma carta canta!
Inutile dire che la maggior parte delle iniziative della casa editrice milanese di quest’anno sono focalizzate sul suo eroe di punta, quello che comunque mantiene il maggior livello di vendite degli albi pubblicati e anche - sembrerebbe - di richiamo, e quindi di ritorno, sulle altre testate. Questo almeno stando alle dichiarazioni dei vertici della SBE.
In ogni caso è un dato di fatto che puntualmente ogni ristampa che viene proposta delle storie di Aquila della Notte ha un qualche tipo di riscontro anche nelle vendite in edicola; né si può pensare che siano sempre e soltanto i soliti vecchi lettori a ricomprare ogni volta le ristampe, ma evidentemente qualche nuovo acquisto da qualche parte deve pur esserci.
Come si diceva, le iniziative dedicate a Tex quest’anno saranno numerose. Al di là del logo con la scritta “70” che compare sulle copertine e delle – esteticamente un po’ discutibili – statuine dorate che stanno uscendo in edicola, ogni tanto durante questi mesi viene proposto qualcosa di nuovo. L’ultima novità, almeno finora, è quella di una raccolta di figurine proprio dedicata all’universo texiano, ma non solo: viene infatti coinvolto un po’ tutto l’universo bonelliano, sia i personaggi più datati (anche qualcuno che non viene più pubblicato), sia gli ultimi nati. Il titolo infatti è proprio Tex e gli eroi Bonelli.
Il progetto consiste in un “albumetto” (il formato è 13,5x19,5, più piccolo dello stesso tipico formato bonelliano) che ospiterà in tutto 104 figurine. Tali figurine saranno date in omaggio, durante i mesi di settembre e ottobre, oltre che con il n. 695 di Tex, che sancisce il vero compleanno dell’eroe inaugurando la collezione e offrendo in omaggio l’album raccoglitore, anche con alcune delle altre pubblicazioni di casa Bonelli: oltre a tutte le testate dedicate al ranger (Tex, Tex Classic, Tex Nuova Ristampa, Tex Magazine, Tutto Tex e Maxi Tex, saranno coinvolti Dragonero, Nathan Never, Dylan Dog, Julia, Zagor, Dampyr e Martin Mystére). Il piccolo album contiene anche una serie di schede e redazionali curati da Gianni Bono. Ogni albo conterrà quattro o otto delle figurine, più due adesivi che non fanno parte della collezione, essendo solo un omaggio da poter utilizzare liberamente.
In realtà era da poco stata prodotta un’iniziativa simile. Alla collana Tex 70 anni di un mito, allegata a Corriere della sera e Gazzetta dello sport avviata a fine 2017 e che proseguirà fino a fine anno, è stata abbinata una raccolta di figurine riproducenti le copertine disegnate da Claudio Villa per l’edizione brasiliana e sostanzialmente sconosciute in Italia. Con ogni volume della collana vengono regalate quattro figurine, per un totale di 50 uscite e quindi di 200 figurine. L’album non contiene particolari parti di testo o editoriali, ma una carrellata di immagini senza peraltro una reale connessione logica.
Tornando a Tex e gli eroi Bonelli, l’intento sembra essere, neanche tanto mascherato, quello di utilizzare il personaggio di punta della SBE come traino per le altre testate. Discutibile forse il costringere i lettori, per completare la collezione, ad acquistare anche tutte le ristampe di questi due mesi di Tex. Altra pecca è l’aver predisposto un albetto in brossura che non si apre benissimo, per favorire una visualizzazione delle pagine, e che rischia invece di essere spaginato per poter applicare in modo adeguato le figurine. Inoltre qualche elemento critico presentano anche le immagini scelte e qualche errore abbastanza marchiano nella grafica.
L’album si divide sostanzialmente in due parti, la prima dedicata proprio a Tex e al suo mondo, parenti e amici e poi alcuni dei cattivi che si sono succeduti nella lunghissima saga; la seconda parte è invece dedicata a “gli eroi Bonelli”, con Zagor, Mister No, Martin Mystére, Dylan Dog, Nathan Never, Julia, Dampyr e Dragonero, più una breve citazione finale delle ultime testate proposte; di ciascuno di questi personaggi compare anche qualche comprimario, mentre la presenza di Mister No potrebbe essere giustificata dal prossimo ritorno in edicola del pilota amazzonico, sia pure con un progetto del tutto nuovo rispetto al passato (altrimenti perché non anche Magico Vento, Gea, Lilith o Nick Raider?).
Ebbene, in questi giorni trascorsi dalla pubblicazione, come è successo sovente per le ultime iniziative Bonelli, il “regalo” ha scatenato le ire di alcuni appassionati sul web. I punti critici evidenziati prima non hanno proprio convinto alcuni lettori.
A volte queste prese di posizioni drastiche sono sinceramente eccessive e risultano pretestuose, ma in altre occasioni nascono anche da considerazioni condivisibili. Ora è chiaro e giusto che una casa editrice punti al profitto e non bisogna illudersi del contrario, ma ultimamente le iniziative “commerciali dichiarate” sono state un po’ troppo frequenti. Ci auguriamo che con il tempo si riesca a trovare l’equilibrio giusto tra quello che era una volta il concetto “sergiobonelliano” della qualità delle storie prima di tutto e l’attuale bisogno di trovare il modo per aumentare la visibilità e guadagni del marchio.


postato il 17/9/2018 alle ore 8:57

Share
Commenti
Non sei autenticato. Se vuoi fare un commento devi fare il Login



 

Ci sono 1 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo 225 letture