Home

Il magazine

Pubblicazioni extra

Autori copertine

Sondaggi

Chi siamo


< indietro

Il n. 14 (Giugno 2017): Mauro Laurenti

È a tutti nota la passione che il compianto Sergio Bonelli aveva per il cinema, in particolare per il genere avventura/horror che negli anni ’50-’60 era copiosamente presente nelle nostre sale. Da tempo volevamo realizzare sulla rivista qualcosa che riuscisse a raccontare quelle storie di Zagor in cui l’autore si era fortemente, e anche dichiaratamente, ispirato alle pellicole cult di questo genere. Finalmente, anche approfittando della competenza cinematografica di un amante del genere come l’amico Davide Decina, siamo riusciti a dare corpo a questo vecchio progetto. L’idea ci piaceva talmente tanto che ci sembrava adeguata anche l’idea di dedicare a questo articolo la vetrina della copertina. Il problema era decidere a chi farla realizzare: all’interno della rivista è infatti pubblicata una lunghissima intervista al nuovo copertinista di Zagor, Alessandro Piccinelli, che però è fin troppo impegnato al momento, e poi ci aveva di recente cortesemente concesso la realizzazione della copertina del volume Ristampa 1/6, contenente la riedizione degli ormai introvabili primi sei
numeri della rivista. Pertanto dovevamo fare un’eccezione rispetto a quella che ormai è una caratteristica radicata, cioè abbinare la copertina alla “presenza” all’interno della rivista, e chiedere il disegno a qualcun altro. Ecco quindi che un ormai esperto copertinista di Zagor (per l’edizione serba) ci è sembrato la soluzione migliore.
Nato a Roma nel 1957, Mauro Laurentiha avuto fin da piccolo una spiccata propensione per il disegno: infatti, a soli 13 anni, creò un fumetto tutto suo intitolato Texas. Dopo il diploma al liceo artistico e l’Accademia di Belle Arti, il disegnatore romano ha esordito negli anni '80 con l'adattamento a fumetti di alcuni famosi cartoni animati giapponesi; ha iniziato poi a collaborare con lo Studio Leonetti, per il quale realizzò una serie di fumetti per adulti, e ha lavorato per Renzo Barbieri (Donna Blu).Caricaturista politico per il quotidiano Paese Sera, story-boardartist per studi pubblicitari, ha disegnato quindi per “l'Intrepido” e per le testate Acme dell’editore Francesco Coniglio (“Splatter”, “Mostri”, “Torpedo”).Il suo arrivo alla Sergio Bonelli Editore fu alquanto singolare: agli inizi degli anni '90 Laurenti collaborava con lo studio di animazione di Vito Lo Russo, per il quale ebbe a realizzare uno story-board per una storia di Zagor (che poi non vide mai la luce); grazie a questo progetto, entrò in contatto con la casa editrice di Via Buonarroti, avviando una collaborazione, tuttora in corso, che lo vede, oltre che alle prese con lo Spirito con la Scure, anche sulle pagine di Dampyr e Tex. Già ben 11 storie dello Spirito con la Scure sono al suo attivo, la prima delle quali,Uno straniero a Pleasant Point (meglio nota come Ladro di ombre), del 1993, può essere considerata per certi versi un punto di svolta nello stile grafico della testata zagoriana. Infatti, discostandosi di molto dal modello di Ferri o Donatelli, Laurenti è senza dubbio il più innovativo del parco-illustratori zagoriani e il suo segno costituisce una netta cesura rispetto ai canoni tradizionali della serie.Il suo Zagor ha evidenti rimandi, in alcune movenze e slanci dinamici, al Tarzan di BurneHogart, mentre nella sua versione Cico è relativamete "asciutto" e agile. Per Dampyr ha realizzato quattro storie (La leggenda di Amber, 2003; Siberia, 2013; Zarema!, 2014; Il segreto di Amber Tremayne, 2015), mentre per Tex ha eseguito i disegni di Amici per la morte, storia breve pubblicata sul Color Tex n. 10 del 2016.
L’articolo dedicato nella rivista al rapporto tra Zagor e il cinema tratta ovviamente dell’Uomo Lupo, ed ecco che questo mostro combatte con Zagor nella nostra copertina che ha il sapore antico di una datata pellicola cinematografica…