Home

Il magazine

Pubblicazioni extra

Autori copertine

Sondaggi

Chi siamo


< indietro

Il n. 19 (Luglio 2019): Marco Torricelli

Quando siamo venuti a sapere dell’intenzione di Marco Torricelli, il disegnatore zagoriano con maggiore esperienza, di mollare Zagor e forse il fumetto, ci siamo preoccupati. Da anni pensavamo prima o poi di coinvolgerlo sulla nostra rivista e rischiavamo di contattare un disegnatore ormai lontano dallo Spirito con la Scure. Nato a Genova il 30 novembre 1957, fin da ragazzo la sua passione più grande era il fumetto. Entrato in contatto con il disegnatore genovese Gualtiero Schiaffino, inizia a lavorare come disegnatore nel 1975 per l’inserto La Bancarella del quotidiano Il Lavoro; poi, nel 1979, realizzò alcune strisce del personaggio comico Gudrun per Eureka. Nel 1982 entra a far parte dello Staff di If, per conto del quale disegna storie di Candy Candy, Topolino e Il Piccolo Ranger, entrando quindi in contatto con la casa editrice di Via Buonarroti, entrando a far parte dello staff di disegnatori di Zagor. Dal 1988, lasciato lo Staff di If, ma continuando a lavorare su Zagor, disegna alcune avventure per le riviste Zodiaco, Corto Maltese e Magic Girl su sceneggiature del fratello Alessandro. Nel 1991, avvertendo il bisogno di compiere esperienze nuove che gli consentissero di crescere professionalmente, abbandona Zagor per pubblicare delle storie completamente sue e realizzare molte copertine per la rivista scolastica Andersen - Il mondo dell'infanzia. L’Eternauta pubblica due suoi lavori di ambientazione fantasy nel 1992. L’anno seguente lavora per la Dardo, disegnando un episodio di Gordon Link, e per la rivista Moby Dick. Nel 1995 torna a disegnare Zagor con la storia Ombre notturne (Zenith 408/410) e nel 2000 riceve l’invito a collaborare con la nuova serie di Boselli e Colombo, Dampyr, sulla quale esordisce con il numero 17 della collana. Fra il 2004 e il 2008 frequenta un corso di studi all'Accademia Linguistica di Belle Arti e, dal 2007, inizia a disegnare per il mensile religioso Messaggero di Gesù Bambino di Praga dei Frati Carmelitani Scalzi di Arenzano. Nel 2011 fa il suo debutto su Tex con il numero 603 e, lo stesso anno, inizia a collaborare con la Marvel Comics statunitense disegnando Thor (Whosoever Wields This Hammer ; n. 1, su sceneggiatura di Christos Gage). Quando la Sergio Bonelli Editore decide, finalmente, di pubblicare il primo Albo Gigante di Zagor, il disegnatore prescelto è proprio Torricelli: dopo Gallieno Ferri (che non avrebbe avuto il tempo materiale necessario per disegnare l'albo) egli è infatti il più "anziano" disegnatore zagoriano ancora attivo sul personaggio e ciò gli vale l'onore - e l'onere - di inaugurare questa nuova collana. Nel 2019 sono in uscita quelle che Torricelli considera le sue due ultime storie di Zagor: Le ali nere (nel Maxi di settembre) e l’attesissima storia del ritorno di Kandrax. Indubbiamente l’esperienza, la professionalità e la sensibilità di questo bravissimo disegnatore rappresentano un patrimonio la cui perdita sarebbe molto grave per tutti gli appassionati zagoriani.