Home

Il magazine

Pubblicazioni extra

Autori copertine

Sondaggi

Chi siamo


< indietro

Il n. 22 (Marzo 2021): Giovanni Freghieri

Nuove firme, nuovi nomi, tante nuove storie, lunghe o brevi. L’iniziativa de Zagor-Le Origini ci porta ad approfondire la conoscenza con disegnatori che magari finora erano passati soltanto per la tangente del nostro Eroe. Uno di questi è stato sicuramente l’autore della copertina di questo numero.

Giovanni Freghieri, nato a Piacenza nel 1950, inizia a disegnare nello studio di Giancarlo Tenenti, approdando poi a una collaborazione pluriennale con la Universo, dove disegnerà per Intrepido e Il Monello. In seguito, collabora con Eura Editoriale, disegnando su Lanciostory e Skorpio, realizzando serie come Sorrow. Nel 1986, lavora con la Comic Art, prestando le matite per la storia Rolls Royce de l'Eternauta, scritta da Alberto Ongaro. Lavora poi per la Sergio Bonelli Editore su un paio di episodi di Bella & Bronco, per poi approdare a Martin Mystère. Passa quindi allo staff di Dylan Dog, personaggio del quale disegna diversi numeri, tra cui due storie speciali con, ancora, Martin Mystère, dove l'indagatore dell'incubo e quello del mistero si incontrano e collaborano. Poi, nel terzo incontro tra questi due personaggi, L’abisso del male, uscito a fine 2018, compare anche Zagor, peraltro in modo fondamentale sia per la storia che per il mondo bonelliano nel suo complesso. L’abilità del disegnatore piacentino nel gestire le atmosfere dense di mistero, nonché la sua indubbia capacità nel ritrarre i personaggi femminili, hanno fatto sì che successivamente venisse incaricato di eseguire i disegni di una storia in cui la protagonista principale fosse la conturbante Shyer, sciamana cui lo Spirito con la Scure deve sicuramente molto nella scoperta del proprio destino e nell’assunzione del suo ruolo, o una splendida donna di nome Kendra, con cui il nostro beniamino non mancherà di accoppiarsi in una discussa scena sulle Darkwood Novels. Noi, più sobriamente, gli abbiamo chiesto di realizzare per SCLS Magazine un disegno che rappresentasse Betty Wilding, la madre di Patrick/Zagor, cui è dedicato un articolo interno.